Salta al contenuto

DIRITTI E PREVENZIONE > COME TUTELARE LA TUA PRIVACY

ricerca avanzata

Verifica sulle modalità di inserimento delle segnalazioni (art. 99 convenzione di applicazione dell'Accordo di Schengen)...

SCHEDA
Garante per la protezione dei dati personali
Doc-Web:
1388902
Data:
08/02/07
Argomenti:
Internazionale , Accordi di Schengen , Autorità comune di controllo
Tipologia:
Particolari accertamenti

[doc. web n. 1388902]

Verifica sulle modalità di inserimento delle segnalazioni (art. 99 convenzione di applicazione dell'Accordo di Schengen) - 8 febbraio 2007

IL GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

NELLA riunione odierna, in presenza del prof. Francesco Pizzetti, presidente, del dott. Giuseppe Chiaravalloti, vice presidente, del dott. Mauro Paissan e del dott. Giuseppe Fortunato, componenti e del dott. Giovanni Buttarelli, segretario generale;

VISTA la legge 30 settembre 1993, n. 388 di ratifica ed esecuzione dei protocolli e degli accordi di adesione all'Accordo di Schengen e alla relativa convenzione di applicazione e, in particolare, l'articolo 11, come modificato dall'articolo 173 del Codice in materia di protezione dei dati personali (d.lg. 30 giugno 2003, n. 196);

VISTA la documentazione in atti;

VISTE le osservazioni dell'Ufficio formulate dal segretario generale ai sensi dell'art. 15 del regolamento del Garante n. 1/2000;

RELATORE il dott. Giuseppe Fortunato;

PREMESSO CHE:

  • il Garante per la protezione dei dati personali è l'autorità indipendente incaricata di esercitare il controllo sui trattamenti dei dati personali in applicazione della convenzione di applicazione dell'Accordo di Schengen e ad eseguire le verifiche previste nel relativo articolo 114 (art. 173 del Codice; art. 11 l. 30 settembre 1993, n. 388; art. 114 convenzione cit.);
  • in tal veste il Garante partecipa alle attività dell'Autorità di controllo comune Schengen (Acc Schengen) istituita dall'articolo 115 della predetta convenzione e che ha, tra i suoi compiti, quelli di "analizzare le difficoltà di applicazione o di interpretazione che possono sorgere dall'utilizzazione del Sistema di informazione Schengen" (S.i.s.), nonché di "elaborare proposte armonizzate allo scopo di trovare soluzioni comuni ai problemi esistenti";
  • la predetta Acc ha deliberato un'azione comune volta a verificare la qualità delle segnalazioni a fini di sorveglianza discreta o di controllo specifico (art. 99 convenzione cit.) e le modalità con le quali le medesime segnalazioni vengono inserite nel S.i.s. da parte degli Stati, rilevandosi dalle statistiche relative alle segnalazioni presenti nel sistema una rilevante differenza numerica tra i vari Paesi partecipanti;
  • le autorità nazionali di controllo sono state, pertanto, richieste di svolgere un'azione coordinata tesa ad accertare la liceità e la correttezza del trattamento dei dati sulla base delle risposte formulate, nonché di verifiche svolte anche in loco;
  • l'Ufficio del Garante ha acquisito, sulla scorta di un questionario predisposto dall'Acc, opportune informazioni sul quadro normativo e sulle procedure seguite da ciascuno Stato per individuare i comportamenti che possono dar luogo, a cura delle autorità competenti, alla richiesta di introdurre le predette segnalazioni nel sistema;
  • occorre ora procedere alla verifica delle informazioni preliminari già acquisite, anche attraverso accertamenti da svolgere presso i competenti uffici centrali e periferici del Ministero dell'interno, per completare la seconda fase dell'azione coordinata;
  • ritenuta, altresì, la necessità di svolgere più ampi accertamenti sulla liceità e correttezza dei trattamenti comunque effettuati per l'attuazione della predetta convenzione, anche al di là dell'azione comune convenuta nella menzionata Acc;
  • dato atto che il Garante effettuerà tali accertamenti per il tramite del componente designato prof. Francesco Pizzetti, presidente, ai sensi dell'art. 160 del Codice;

TUTTO CIÓ PREMESSO IL GARANTE:

delibera di effettuare, per il tramite del componente designato prof. Francesco Pizzetti, presidente, ai sensi dell'articolo 160 del Codice, gli accertamenti necessari a verificare le modalità dell'inserimento delle segnalazioni previste dall'articolo 99 della convenzione di applicazione dell'Accordo di Schengen, in particolare per quanto concerne la qualità e l'esattezza dei dati, presso i competenti uffici centrali e periferici del Ministero dell'interno, nonché più ampi accertamenti sulla liceità e correttezza dei trattamenti comunque effettuati per l'attuazione della medesima convenzione.

Roma, 8 febbraio 2007

IL PRESIDENTE
Pizzetti

IL RELATORE
Fortunato

IL SEGRETARIO GENERALE
Buttarelli