Salta al contenuto

DIRITTI E PREVENZIONE > COME TUTELARE LA TUA PRIVACY

ricerca avanzata

Provvedimento del 2 febbraio 2012 [1878631]

SCHEDA
Garante per la protezione dei dati personali
Doc-Web:
1878631
Data:
02/02/12
Tipologia:
Decisione su ricorso

[doc. web n. 1878631]

Provvedimento del 2 febbraio 2012

Registro dei provvedimenti
n. 42 del 2 febbraio 2012

IL GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

NELLA riunione odierna, in presenza del prof. Francesco Pizzetti, presidente, del dott. Giuseppe Chiaravalloti, vicepresidente, del dott. Mauro Paissan e del dott. Giuseppe Fortunato, componenti, e del dott. Daniele De Paoli, segretario generale;

VISTO il ricorso pervenuto al Garante il 14 novembre 2011, presentato da Prime s.r.l. nei confronti di Fiditalia S.p.A.;

VISTI gli atti d'ufficio e, in particolare, la nota del 29 novembre 2011 con la quale questa Autorità ha invitato la ricorrente a regolarizzare il ricorso in relazione, tra laltro, alla mancata autenticazione della sottoscrizione nelle forme di legge e al mancato inoltro della prova dellavvenuto pagamento dei diritti di segreteria;

CONSIDERATO che la ricorrente non ha regolarizzato il ricorso nei termini indicati nella predetta nota;

RILEVATO, peraltro, che lart. 40, comma 2, del d.l. 6 dicembre 2011, n. 201, convertito dalla l. 22 dicembre 2011, n. 214, modificando la definizione di “dato personale” e di "interessato", ha sottratto le persone giuridiche dallambito di applicazione della disciplina in materia di protezione dei dati personali;

RITENUTA la necessità di dichiarare linammissibilità del ricorso;

VISTI gli artt. 145 e s. del Codice in materia di protezione dei dati personali;

VISTE le osservazioni formulate dal segretario generale ai sensi dellart. 15 del regolamento del Garante n. 1/2000;

RELATORE il dott. Giuseppe Chiaravalloti;

DICHIARA

linammissibilità del ricorso.

Ai sensi degli artt. 152 del Codice e 10 del d.lg. n. 150/2011, avverso il presente provvedimento può essere proposta opposizione allautorità giudiziaria ordinaria, con ricorso depositato al tribunale ordinario del luogo ove ha la residenza il titolare del trattamento dei dati, entro il termine di trenta giorni dalla data di comunicazione del provvedimento stesso, ovvero di sessanta giorni se il ricorrente risiede allestero.

Roma, 2 febbraio 2012

IL PRESIDENTE
Pizzetti

IL RELATORE
Chiaravalloti

IL SEGRETARIO GENERALE
De Paoli