Salta al contenuto

DIRITTI E PREVENZIONE > COME TUTELARE LA TUA PRIVACY

ricerca avanzata

Adozione di modifiche e integrazioni al codice di deontologia relativo al trattamento dei dati personali nell'esercizio dell'attività giornalistica - 1 agosto 2013 [2564822]

[doc. web n. 2564822]

Adozione di modifiche e integrazioni al codice di deontologia relativo al trattamento dei dati personali nell'esercizio dell'attività giornalistica - 1 agosto 2013
(Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 197 del 23 agosto 2013)

Registro dei provvedimenti
n. 376 del 1° agosto 2013


IL GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

NELLA riunione odierna, in presenza del dott. Antonello Soro, presidente, della dott.ssa Augusta Iannini, vicepresidente, della dott.ssa Giovanna Bianchi Clerici e della prof.ssa Licia Califano, componenti, e del dott. Giuseppe Busia, segretario generale;

VISTI gli artt. 12 e 139 del Codice in materia di protezione dei dati personali -d.lgs. 30 giugno 2003, n.196 (di seguito "Codice"), ai sensi dei quali il Garante promuove l'adozione da parte del Consiglio nazionale dell'ordine dei giornalisti del codice di deontologia relativo al trattamento dei dati personali nell'esercizio dell'attività giornalistica;

VISTO il codice di deontologia relativo al trattamento dei dati personali nell'esercizio dell'attività giornalistica adottato con Provvedimento del Garante del 29 luglio 1998, Gazzetta Ufficiale 3 agosto 1998, n. 179;

VISTA la nota del 10 luglio 2013 (prot. n. 1772/87758) con cui il Presidente del Garante per la protezione dei dati personali ha rappresentato al Presidente del Consiglio nazionale dell'ordine dei giornalisti la decisione del Garante di promuovere, ai sensi del citato art. 139 del Codice, l'adozione di "modificazioni od integrazioni al codice di deontologia"; ciò, in ragione dell'opportunità di «adeguare il codice alle mutate realtà e sensibilità, soprattutto alla luce delle implicazioni che l'evoluzione tecnologica ha sul modo di fare informazione»;

VISTA la nota del 16 luglio 2013 con cui il Presidente del Consiglio nazionale dell'ordine dei giornalisti ha manifestato piena disponibilità al riguardo;

VISTI gli esiti dell'incontro tra i rappresentanti del Consiglio nazionale dell'ordine dei giornalisti e il Garante, in data 23 luglio 2013, in occasione del quale è stata confermata la comune volontà di dare avvio ai lavori secondo la procedura di cooperazione prevista dall'art. 139 del Codice;

RISERVATA la possibilità, in accordo con il Consiglio nazionale dell'ordine dei giornalisti, di sentire, nel corso della procedura citata e con modalità da definire, soggetti rappresentativi del settore dell'informazione, anche on line, nonché altri soggetti ad altro titolo interessati alle problematiche legate alla protezione dei dati personali nella società dell'informazione;

CONSIDERATA altresì l'opportunità di esaminare eventuali contributi che dovessero pervenire entro sessanta giorni dalla pubblicazione della presente delibera sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana -presso la casella di posta elettronica codicegiornalismo@gpdp.it- da parte di associazioni o altri organismi strutturati in forma associativa che operano in particolare sulla rete Internet nei settori legati alle attività dei mezzi di informazione o si interessano della libertà di informazione e delle problematiche legate al rapporto tra quest'ultima e la protezione dei dati personali. Tali associazioni ed organismi dovranno illustrare le proprie finalità statutarie allegando copia del proprio statuto o documento analogo dal quale possano desumersi le specifiche finalità associative;

RITENUTO di dover disporre, ai sensi dell'art 2, comma 2, del Regolamento del Garante n. 2/2006, approvato con deliberazione n. 31 bis del 20 luglio 2006, la pubblicità della presente deliberazione mediante invio al Ministero della giustizia per la sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana, oltre che la sua pubblicazione sul sito web del Garante www.garanteprivacy.it;

VISTE le osservazioni formulate dal segretario generale ai sensi dell'art. 15 del Regolamento del Garante n. 1/2000;

RELATORE il dott. Antonello Soro;

IL GARANTE

1) promuove l'adozione di modifiche e integrazioni al codice di deontologia relativo al trattamento dei dati personali nell'esercizio dell'attività giornalistica -adottato con Provvedimento del Garante del 29 luglio 1998 (Gazzetta Ufficiale n. 179 del 3 agosto 1998)- secondo la procedura di cooperazione con il Consiglio nazionale dell'ordine dei giornalisti prevista dall'art. 139 del Codice in materia di protezione dei dati personali -d.lgs. 30 giugno 2003, n.196;

2) dispone di raccogliere eventuali contributi che dovessero pervenire entro sessanta giorni dalla pubblicazione della presente delibera sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana, alla casella di posta elettronica codicegiornalismo@gpdp.it, da parte di associazioni o altri organismi strutturati in forma associativa che operano in particolare sulla rete Internet nei settori legati alle attività dei mezzi di informazione o si interessano della libertà di informazione e delle problematiche legate al rapporto tra quest'ultima e la protezione dei dati personali. Tali associazioni ed organismi dovranno illustrare le proprie finalità statutarie allegando copia del proprio statuto o documento analogo dal quale possano desumersi le specifiche finalità associative.

Ai sensi dell'art. 13 del Codice in materia di protezione dei dati personali si informa che i dati personali eventualmente rilasciati facoltativamente nel fornire i contributi saranno utilizzati dall'Autorità nei modi e nei limiti necessari per l'adozione di modifiche e integrazioni al codice di deontologia relativo al trattamento dei dati personali nell'esercizio dell'attività giornalistica, con procedure anche informatizzate e a cura dell'Autorità. Gli interessati hanno diritto di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del Codice (il cui testo è riportato sul sito dell'Autorità – www.garanteprivacy.it) mediante la suindicata casella di posta elettronica, ovvero presso l'ufficio del Garante con sede in piazza di Monte Citorio n. 121, 00186;

3) che copia della presente deliberazione sia trasmessa al Ministero della giustizia, Ufficio pubblicazione leggi e decreti, per la sua pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana e sia resa disponibile nel sito web dell'Autorità www.garanteprivacy.it.

Roma, 1° agosto 2013

IL PRESIDENTE
Soro

IL RELATORE
Soro

IL SEGRETARIO GENERALE
Busia