Diritti interna

Doveri interna

ricerca avanzata

Da costo a risorsa. La tutela dei dati personali nelle attività produttive

a cura di Gaetano Rasi

SCHEDA
Garante per la protezione dei dati personali
Doc-Web:
1072468
Data:
14/12/04
Tipologia:
Collana contributi

Da costo a risorsa – La tutela dei dati personali nelle attività produttive
a cura di Gaetano Rasi

 

Volume on line formato pdf
Da costo a risorsa - volume on line formato pdf
 Da costo a risorsa - volume on line formato pdf (4 Mb)

"Da costo a risorsa. La tutela dei dati personali nelle attività produttive" (Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, pagg. 369) è il titolo del volume curato da Gaetano Rasi che si propone di valutare l´impatto della tutela dei dati personali nell´attività delle imprese e quale funzione essa può svolgere nell´economia dei mercati aperti.

Il libro raccoglie i contributi di autorevoli studiosi ed esperti italiani e stranieri che si sono espressi nel corso della Conferenza Internazionale "Privacy: da costo a risorsa", tenuta a Roma, presso la sede dell´Autorità Garante, nel dicembre 2002.

Il volume, ripartito in quattro sessioni, si pone l´obiettivo di aprire un ampio confronto tra coloro che operano nelle attività imprenditoriali, professionali e della cultura economica e giuridica, allo scopo di fare il punto sull´evoluzione della materia con particolare riferimento alla sua incidenza nella macro e nella microeconomia.

La prima sessione, "La tutela dei dati personali nel mercato globale", introduce i temi di discussione, individuando quale funzione svolga, nella percezione attuale, la tutela dei dati personali rispetto ai meccanismi del mercato globale ed all´incontro tra domanda ed offerta, dando spazio ad esperienze e testimonianze dirette di operatori economici ed esponenti dei mercati europei, statunitensi, asiatici e latino-americani.

La seconda, "Libertà di impresa e diritto alla riservatezza", affronta il ruolo della tutela dei dati personali nel quadro dell´attività d´impresa. Due gli aspetti presi in considerazione: quello statico, relativo alla struttura organizzativa delle aziende e ai problemi connessi con il rapporto di lavoro; e quello dinamico con un esame del principio del bilanciamento di interessi come strumento per garantire l´equilibrio tra libertà, impresa e diritto alla riservatezza.

Nella terza sessione, "La tutela dei dati personali nel rapporto tra impresa, utenti e consumatori", sono presi in esame i problemi concernenti l´uso dei dati personali nella comunicazione commerciale e nelle azioni di fidelizzazione dei clienti. Vengono approfonditi i temi della sicurezza, della modalità di raccolta dei dati utilizzati per attività di comunicazione e di marketing diretto, i costi della raccolta di dati, la relazione tra attività di vendita a distanza e trattamento di dati personali, l´utilizzabilità dei dati provenienti da elenchi pubblici, il ruolo del consenso come meccanismo di autotutela del consumatore.

Nella quarta sessione, "Verso la nuova frontiera: la privacy come risorsa per lo sviluppo economico", si cerca di individuare le possibili prospettive di sviluppo della tutela dei dati delle persone, intesa come valore verso il quale possono convergere tanto le aziende quanto i clienti per realizzare scelte consapevoli e libere. Emerge il ruolo che possono svolgere le nuove tecnologie e l´autodisciplina (codici deontologici) per abbandonare una visione negativa (rispetto della privacy come mero costo o limite allo sviluppo) e per favorire l´affermazione della tutela dei dati personali come strumento in grado di generare valore aggiunto in una civiltà di cosciente, diffuso e superiore progresso.

L´AUTORE
Gaetano Rasi, è stato docente universitario di Politica economica e di Sociologia economica. Autore di numerosi saggi e testi, ha diretto i 26 volumi degli Annali dell´economia italiana dall´Unità in poi. Già deputato e Vice Presidente della X Commissione Attività Produttive, già Consigliere di Amministrazione di Enti pubblici e privati, ha lasciato ogni incarico per incompatibilità in seguito alla sua elezione a Garante per la protezione dei dati personali.