Diritti interna

Diritti - Come tutelare i tuoi dati

Doveri interna

Doveri - Come trattare correttamente i dati

Search Form Portlet

ricerca avanzata

g-docweb-display Portlet

Allegati allo schema tipo di regolamento per il trattamento dei dati sensibili e giudiziari delle comunità montane - Schede da n. 16 a n. 19 [1182737]

SCHEDA
Garante per la protezione dei dati personali
Doc-Web:
1182737
Data:
14/10/05
Argomenti:
Dati giudiziari , Particolari categorie di dati , Pubblica Amministrazione , Enti pubblici

 

[doc. web n. 1182737]

Parere
doc. web n. 1182188

Schema di regolamento
doc. web n. 1182195

Schede 1-56-1011-15

Allegati allo schema tipo di regolamento per il trattamento dei dati sensibili e giudiziari delle comunità montane - Schede da n. 16 a n. 19

 

Scheda n. 16


Denominazione del trattamento
Attività relative alla consulenza giuridica, al patrocinio, alla difesa in giudizio dell´amministrazione, nonché alla consulenza e copertura assicurativa in caso di responsabilità civile verso terzi dell´amministrazione

Fonte normativa (indicare, se possibile, le fonti normative sull´attività istituzionale cui il trattamento è collegato)
Codice civile; Codice penale; Codice di procedura civile; Codice di procedura penale; leggi sulla giustizia amministrativa (fra le altre: R.D. 17.08.1907, n. 642; R.D. 26.06.1924, n. 1054; R.D. 12.07.1934, n. 1214; l. 6.12.1971, n. 1034; l. 14.11.1994, n. 19; d.lg. 18.08.2000, n. 267; d.lg. 30.03.2001, n. 165; d.P.R. 29.10.2001, n. 461)

Rilevanti finalità di interesse pubblico perseguite dal trattamento
Finalità volte a fare valere il diritto di difesa in sede amministrativa o giudiziaria (art. 71, d.lg. n. 196/2003)

Tipi di dati trattati
Origine:
razziale, etnica
Convinzioni: religiose, filosofiche, d´altro genere, politiche, sindacali
Stato di salute: patologie attuali, patologie pregresse, terapie in corso, relativi ai familiari del dipendente

Vita sessuale
Dati di carattere giudiziario
(art. 4, comma 1, lett. e), d.lg. n. 196/2003)

Operazioni eseguite
Trattamento "ordinario" dei dati
Raccolta: presso gli interessati, presso terzi
Elaborazione: in forma cartacea, con modalità informatizzate
Altre operazioni pertinenti e non eccedenti rispetto alla finalità del trattamento e diverse da quelle "standard" quali la conservazione, la cancellazione, la registrazione o il blocco nei casi previsti dalla legge:
interconnessioni e raffronti, comunicazioni (come di seguito individuate)
Particolari forme di elaborazione
Interconnessione e raffronti di dati con altri soggetti pubblici o privati: amministrazioni certificanti ai sensi del d.P.R. n. 445/2000
Comunicazione ai seguenti soggetti per le seguenti finalità:

a) Autorità giudiziaria, avvocati e consulenti tecnici incaricati dall´Autorità giudiziaria, Enti previdenziali (Inail, Inps, Inpdap), enti di patronato, sindacati, incaricati di indagini difensive proprie e altrui, società di riscossione tributi/sanzioni, consulenti della controparte (per le finalità di corrispondenza sia in fase pregiudiziale, sia in corso di causa, per la gestione dei sinistri causati direttamente o indirettamente a terzi);
b) società assicuratrici (per la valutazione e la copertura economica degli indennizzi per la responsabilità civile verso terzi);
c) struttura sanitaria e Comitato di verifica per le cause di servizio (per la relativa trattazione amministrativa ai sensi del d.P.R. n. 461/2001);
d) amministrazioni coinvolte nel caso in cui venga presentato il ricorso straordinario al Capo dello Stato (per la relativa trattazione, ai sensi della legge n. 1199/1971)

Sintetica descrizione del trattamento e del flusso informativo
Vengono effettuate la raccolta, la consultazione e l´elaborazione dei dati nell´ambito di pareri resi all´Amministrazione, di scritti difensivi prodotti in giudizio, così come nell´ambito delle richieste di indennizzo e/o danni inerenti la responsabilità civile verso terzi dell´amministrazione. Vengono effettuati eventuali raffronti ed interconnessioni con amministrazioni e gestori di pubblici servizi: tale tipo di operazioni è finalizzato esclusivamente all´accertamento d´ufficio di stati, qualità e fatti ovvero al controllo sulle dichiarazioni sostitutive ai sensi dell´art. 43 del d.P.R. n. 445/2000. Gli stessi possono essere comunicati agli uffici competenti per la relativa trattazione amministrativa, all´Autorità giudiziaria (che può anche comunicarli all´ente), al professionista per un´eventuale attribuzione di incarico; agli Enti previdenziali (Inail, Inps, Inpdap), agli enti di patronato ed ai sindacati (incaricati di indagini difensive proprie e altrui); alle società di riscossione tributi/sanzioni, nonché al consulente della controparte e al consulente nominato dall´Autorità giudiziaria (per le finalità di corrispondenza sia in fase pregiudiziale, sia in corso di causa, nonché per  la gestione dei sinistri causati direttamente o indirettamente a terzi). I dati riguardano ogni fattispecie che possa dare luogo ad un contenzioso.

 

Top

 Scheda n. 17


Denominazione del trattamento
Gestione delle attività relative all´incontro domanda/offerta di lavoro, comprese quelle relative alla formazione professionale

Fonte normativa (indicare, se possibile, le fonti normative sull´attività istituzionale cui il trattamento è collegato)
L. 8.11.1991, n. 381; l. 24.06.1997, n. 196; d.lg. 23.12.1997, n. 469; l. 12.03.1999, n. 68; l. 17.05.1999, n. 144; l. 20.02.2003, n. 30; d.lg. 10.09.2003, n. 276; d.lg. 31.03.1998, n. 112; d.lg. 21.04.2000, n. 181; d.lg. 15.04.2005, n. 76; d.lg. 25.07.1998, n. 286; leggi regionali

Rilevanti finalità di interesse pubblico perseguite dal trattamento
Supporto al collocamento e all´avviamento al lavoro, in particolare a cura di centri di iniziativa locale per l´occupazione e di sportelli-lavoro (art. 73, comma 2, lett. i), d.lg. n. 196/2003)

Tipi di dati trattati
Origine: razziale, etnica
Stato di salute: patologie attuali, patologie pregresse
Dati di carattere giudiziario (art. 4 comma 1, lett. e), d.lg. 196/2003)

Operazioni eseguite
Trattamento "ordinario" dei dati

Raccolta: presso gli interessati, presso terzi
Elaborazione: in forma cartacea, con modalità informatizzate
Altre operazioni pertinenti e non eccedenti rispetto alla finalità del trattamento e diverse da quelle "standard" quali la conservazione, la cancellazione, la registrazione o il blocco nei casi previsti dalla legge:
interconnessioni e raffronti, comunicazioni (come di seguito individuate)
Particolari forme di elaborazione
Interconnessione e raffronti di dati con altri soggetti pubblici o privati:
provincia per il coordinamento degli sportelli anagrafe del lavoro e degli sportelli decentrati (ai sensi del d.lg. 467/1999), nonché regione ed operatori pubblici e privati accreditati o autorizzati nell´ambito della Borsa continua nazionale del lavoro (ai sensi del d.lg. n. 276/2003) limitatamente alle informazioni indispensabili all´instaurazione di un rapporto di lavoro.
Comunicazione ai seguenti soggetti per le seguenti finalità: Centri di formazione professionale, associazioni e cooperative terzo settore, aziende per inserimento al lavoro o alla formazione (limitatamente alle informazioni indispensabili all´instaurazione del rapporto di lavoro)

Sintetica descrizione del trattamento e del flusso informativo
Il trattamento concerne tutti i dati utili ad inserire gli utenti in un percorso di orientamento/formazione all´occupazione; i dati possono essere altresì utilizzati per la predisposizione di corsi di formazione, tirocini o colloqui di orientamento. I dati pervengono dagli interessati ovvero sono raccolti su sua richiesta da terzi. Possono essere effettuati interconnessioni con la provincia, la regione e gli operatori pubblici e privati ai fini dell´attuazione della disciplina in materia di collocamento e mercato del lavoro. I dati, inoltre, vengono comunicati a centri di formazione professionale, associazioni e cooperative del terzo settore ed aziende che gestiscono programmi di inserimento al lavoro o di formazione ai fini dell´attuazione della disciplina in materia di formazione professionale.

 

Top 
Scheda n. 18



Denominazione del trattamento
Gestione dei dati relativi agli organi istituzionali dell´ente

Fonte normativa (indicare, se possibile, le fonti normative sull´attività istituzionale cui il trattamento è collegato)
D.lg. 18.08.2000, n. 267

Rilevanti finalità di interesse pubblico perseguite dal trattamento
Applicazione della disciplina in materia di esercizio del mandato degli organi rappresentativi (art. 65, commi 1, lett. a), d.lg. n. 196/2003)

Tipi di dati trattati
Origine: razziale, etnica
Convinzioni: religiose, d´altro genere, politiche, sindacali
Stato di salute: patologie attuali, terapie in corso
Vita sessuale [soltanto in caso di eventuale rettificazione di attribuzione di sesso]
Dati di carattere giudiziario  (art. 4, comma 1, lett. e), d.lg. n. 196/2003) 

Operazioni eseguite
Trattamento "ordinario" dei dati

Raccolta: presso gli interessati, presso terzi
Elaborazione: in forma cartacea, con modalità informatizzate
Altre operazioni pertinenti e non eccedenti rispetto alla finalità del trattamento e diverse da quelle "standard" quali la conservazione, la cancellazione, la registrazione o il blocco nei casi previsti dalla legge:
comunicazione, diffusione (come di seguito individuate)
Particolari forme di elaborazione
Comunicazione ai seguenti soggetti per le seguenti finalità:

a) Ministero economia e finanze nel caso in cui l´ente svolga funzioni di centro assistenza fiscale (ai sensi dell´art. 17 del d.m. 31.05.1999, n. 164 e nel rispetto dell´art. 12-bis del d.P.R. 29.09.1973, n. 600);
b) Ministero dell´Interno per l´anagrafe degli amministratori locali (ex art. 76 d.lg. n. 267/2000)

Diffusione: anagrafe degli amministratori locali (d.lg. n. 267/2000)

Sintetica descrizione del trattamento e del flusso informativo
Oltre alle informazioni di carattere politico, sindacale, religioso  e di altro genere, la comunità montana tratta i dati sanitari degli organi istituzionali al fine di verificare la loro partecipazione alle attività dell´ente. I dati vengono diffusi nei casi previsti dalla normativa in vigore (pubblicità dell´anagrafe degli amministratori locali ai sensi del citato d.lg. n. 267/2000). Le informazioni sulla vita sessuale possono desumersi unicamente in caso di rettificazione di attribuzione di sesso.

 

Top

Scheda n. 19



Denominazione del trattamento 
Attività politica, di indirizzo e di controllo, sindacato ispettivo e documentazione dell´attività istituzionale degli organi delle comunità montane

Fonte normativa (indicare, se possibile, le fonti normative sull´attività istituzionale cui il trattamento è collegato)
D.lg. 18.08.2000, n. 267; statuto e regolamento della comunità montana

Rilevanti finalità di interesse pubblico perseguite dal trattamento
Attività di controllo, di indirizzo politico e di sindacato ispettivo e documentazione dell´attività istituzionale di organi pubblici (art. 65, commi 1, lett. b), e 4; art. 67, comma 1, lett. b), d.lg. n. 196/2003)

Tipi di dati trattati
Origine:
 razziale, etnica
Convinzioni: religiose, filosofiche, d´altro genere, politiche, sindacali
Stato di salute: patologie attuali, patologie pregresse, terapie in corso, relativi ai familiari del dipendente
Vita sessuale
[soltanto in caso di eventuale rettificazione di attribuzione di sesso]
Dati di carattere giudiziario (art. 4, comma 1, lett. e), d.lg. n. 196/2003) 

Operazioni eseguite
Trattamento "ordinario" dei dati
Raccolta: presso gli interessati, presso terzi
Elaborazione: in forma cartacea, con modalità informatizzate
Altre operazioni pertinenti e non eccedenti rispetto alla finalità del trattamento e diverse da quelle "standard" quali la conservazione, la cancellazione, la registrazione o il blocco nei casi previsti dalla legge:
comunicazione e diffusione (come di seguito individuate)
Particolari forme di elaborazione
Comunicazione ai seguenti soggetti per le seguenti finalità:
amministrazioni interessate o coinvolte nelle questioni oggetto dell´attività politica, di controllo e di sindacato ispettivo  
Diffusione: limitatamente ai dati indispensabili ad assicurare la pubblicità dei lavori del consiglio della comunità montana presso l´albo pretorio del comune ove ha sede la comunità montana (d.lg. n. 267/2000)

Sintetica descrizione del trattamento e del flusso informativo
Nell´ambito delle proprie prerogative, i consiglieri della comunità montana possono formulare atti sia di indirizzo politico, sia di sindacato ispettivo, secondo le modalità stabilite dallo statuto e dal regolamento interno della comunità montana. Le predette attività possono comportare il trattamento di dati sensibili e giudiziari riguardanti le persone cui si riferiscono i citati atti. Queste informazioni, eccetto quelle  idonee a rivelare lo stato di salute, possono inoltre essere diffuse ai sensi  del d.lg. n. 267/200 per assicurare il rispetto del principio di pubblicità dell´attività istituzionale (artt. 22, comma 8, 68, comma 3, e 65, comma 5, d.lg. n. 196/2003).