Diritti interna

Doveri interna

ricerca avanzata

Conservazione di dati relativi al traffico e all'ubicazione delle persone, nonché dei dati connessi necessari per identificare l'abbonato o l'uten...

[doc. web n. 1523089]

Conservazione di dati relativi al traffico e all´ubicazione delle persone, nonché dei dati connessi necessari per identificare l´abbonato o l´utente - 5 marzo 2008

IL GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

NELLA riunione odierna, in presenza del prof. Francesco Pizzetti, presidente, del dott. Giuseppe Chiaravalloti, vice presidente, del dott. Mauro Paissan e del dott. Giuseppe Fortunato, componenti e del dott. Giovanni Buttarelli, segretario generale;

Vista la richiesta di parere della Presidenza del Consiglio dei ministri;

Vista la documentazione in atti;

Viste le osservazioni dell´Ufficio formulate dal segretario generale ai sensi dell´art. 15 del regolamento del Garante n. 1/2000;

Relatore il prof. Francesco Pizzetti;

PREMESSO

La Presidenza del Consiglio dei ministri ha chiesto il parere del Garante in ordine a uno schema di decreto legislativo volto a recepire la direttiva europea n. 2006/24/Ce riguardante la conservazione di dati relativi al traffico e all´ubicazione delle persone, nonché dei dati connessi necessari per identificare l´abbonato o l´utente.

La direttiva mira ad armonizzare le disposizioni degli Stati membri relative agli obblighi dei fornitori di servizi di comunicazione elettronica o di reti pubbliche di comunicazione in materia di conservazione di tali dati, generati o trattati nell´ambito della fornitura dei predetti servizi, con l´obiettivo di assicurarne la disponibilità per finalità di giustizia.

Il presente parere si riferisce a una versione dello schema che tiene conto delle osservazioni e degli approfondimenti svolti nell´ambito e a seguito di alcuni incontri tecnici tenutisi presso il Dipartimento per le politiche comunitarie della Presidenza del Consiglio dei ministri, cui hanno partecipato anche rappresentanti di questa Autorità.

OSSERVA

La materia della conservazione dei dati di traffico è già disciplinata, per alcuni aspetti, nel Codice in materia di protezione dei dati personali (artt. 123 e 132), con il quale è stata recepita la direttiva n. 2002/58/Ce concernente la tutela della vita privata nel settore delle comunicazioni, modificata, in parte, dalla predetta direttiva n. 2006/24/Ce.

L´odierno schema di decreto, anche modificando il predetto articolo 132 del Codice, individua le categorie di dati da conservare e la durata della conservazione, nonché princìpi da rispettare in materia di sicurezza dei dati, in termini che non risultano in contrasto con la predetta direttiva (artt. 2 e 3 dello schema). Lo schema introduce, inoltre, sanzioni per la violazione delle disposizioni concernenti la conservazione dei dati (art. 5), confermando l´individuazione normativa del Garante per la protezione dei dati personali quale autorità di controllo sul trattamento dei dati oggetto di conservazione, in linea con i compiti di controllo e verifica sul trattamento dei dati già attribuiti, in generale, all´Autorità (art. 4 dello schema).

Non emergendo profili di contrasto con la predetta normativa comunitaria, il Garante esprime parere favorevole sullo schema di decreto.

CIÒ PREMESSO IL GARANTE

esprime parere favorevole sullo schema di decreto legislativo riguardante la conservazione di dati generati o trattati nell´ambito della fornitura di servizi di comunicazione elettronica accessibili al pubblico o di reti pubbliche di comunicazione.

Roma, 5 marzo 2008

IL PRESIDENTE
Pizzetti

IL RELATORE

Pizzetti

IL SEGRETARIO GENERALE
Buttarelli