Diritti interna

Doveri interna

ricerca avanzata

WP 127 - Parere 9/2006 sull'attuazione della dirett iva 2004/82/CE del Consiglio concernente l'obbligo dei vettori di comunicare i dati relativi a...

[doc. web n. 1607792]

Parere 9/2006 sull´attuazione della direttiva 2004/82/CE del Consiglio concernente l´obbligo dei vettori di comunicare i dati relativi alle persone trasportate
28 settembre 2006 - WP 127

La direttiva n. 2004/82/Ce ha introdotto l´obbligo, per i vettori aerei che effettuano voli diretti all´interno del territorio Schengen, di comunicare anticipatamente i dati relativi alle persone trasportate, su richiesta delle autorità responsabili dei controlli alle frontiere esterne dell´Unione europea. Si tratta di una direttiva complementare alle disposizioni della Convenzione Schengen, finalizzata ad utilizzare alcuni degli spazi lasciati alla discrezionalità dei legislatori nazionali dalla direttiva n. 95/46/Ce (art. 13), approntando una disciplina armonizzata. La direttiva avrebbe dovuto essere recepita nel diritto interno degli Stati membri entro il 5 settembre 2006; in realtà molti Paesi, fra i quali l´Italia, alla fine del 2006 non avevano ancora completato le procedure finalizzate all´adozione dei necessari strumenti di recepimento. In tale ottica, il Gruppo ha adottato un parere per offrire un ausilio agli Stati membri nella loro attività di trasposizione normativa, al fine di garantire la massima uniformità possibile ed evitare che i cittadini dell´Unione siano soggetti a trattamenti differenziati. Il Gruppo ha sottolineato che l´interpretazione e l´applicazione delle disposizioni contenute nella direttiva in questione devono avvenire nel rispetto dei principi previsti nella direttiva n. 95/46/Ce, e che tali disposizioni devono essere lette in modo restrittivo, trattandosi di una disciplina limitativa dei diritti delle persone. Pertanto, il parere ricorda l´obbligo per gli Stati membri di rispettare alcuni principi fondamentali in materia di protezione dei dati:

  • principio di finalità. L´obiettivo della raccolta dei dati è indicato chiaramente dalla direttiva, e consiste nel miglioramento dei controlli alle frontiere esterne dell´UE e nella lotta all´immigrazione illegale. Le norme nazionali non possono allontanarsi da tale obiettivo, ad es. estendendo l´obbligo della raccolta di dati ai voli interni all´Unione europea. Inoltre, nell´interpretare la deroga prevista dall´art. 6 della direttiva, che consente di utilizzare i dati per finalità di "applicazione normativa" (attività giudiziarie e di polizia), il Gruppo sottolinea l´esigenza di individuare tali finalità a livello nazionale secondo un approccio egualmente restrittivo: ad esempio, per l´investigazione di reati gravi, in casi specifici e con precise salvaguardie di protezione dei dati;
  • principio di necessità, pertinenza e proporzionalità dei dati. L´elencazione delle categorie di dati trattabili delimita la raccolta nel "massimo", e non nel "minimo". La raccolta di dati biometrici sarebbe eccedente rispetto agli obiettivi della direttiva, che non specifica in alcun modo le rispettive modalità di trattamento;
  • principio di conservazione limitata dei dati. La direttiva, mentre specifica che i dati raccolti possono essere conservati, in deroga al termine generale di ventiquattro ore, per un periodo superiore qualora siano necessari alle autorità competenti "nell´esercizio delle attività previste dalla legge", non fissa alcun termine specifico di conservazione per tale ultima ipotesi. Il Gruppo ritiene che le norme nazionali dovrebbero consentire tale conservazione prolungata solo in casi specifici (impossibilità di accertare l´identità dei viaggiatori, non disponibilità di documenti di viaggio appropriati); in ogni caso, gli Stati membri dovrebbero provvedere affinché in queste specifiche evenienze i dati non siano conservati oltre il tempo assolutamente necessario.

 

Documento  Parere 9/2006 sull´attuazione della direttiva 2004/82/CE del Consiglio concernente l´obbligo dei vettori di comunicare i dati relativi alle persone trasportate - 28 settembre 2006 Parere 9/2006 sull´attuazione della direttiva 2004/82/CE del Consiglio concernente l´obbligo dei vettori di comunicare i dati relativi alle persone trasportate - 28 settembre 2006 (40 Kb)