Diritti interna

Doveri interna

ricerca avanzata

WP161 - Parere 3/2009 sulla Proposta di Decisione della Commissione europea concernente clausole contrattuali standard per il trasferimento di dat...

[doc. web n. 1620329]

Parere 3/2009 sulla Proposta di Decisione della Commissione europea concernente clausole contrattuali standard per il trasferimento di dati personali a incaricati del trattamento stabiliti in Paesi terzi, ai sensi della direttiva 95/46/CE (trasferimenti da responsabile a incaricato del trattamento)
5 marzo 2009 - WP161

Il parere fa seguito alla presentazione da parte della Commissione europea di una proposta di decisione che modificherebbe la decisione 2002/16/CE, con cui erano state approvate le clausole contrattuali standard per il trasferimento di dati personali fra titolari di trattamento situati in Paesi UE (o SEE) e responsabili situati in Paesi terzi. La motivazione di tale proposta risiede nella necessità di tenere conto della mutata configurazione del flussi di dati a livello globale e dell´esistenza di complesse "catene" di trattamento che comportano spesso attività svolte in outsourcing anche in Paesi terzi.
In sintesi, il Gruppo Articolo 29 ritiene che la modifica proposta dalla Commissione rispetto alla clausola 11 della precedente decisione, in base alla quale si ammette che il soggetto esportatore dei dati (titolare situato nell´UE) stipuli con il soggetto importatore (responsabile situato in un Paese terzo) un contratto che preveda la possibilità per quest´ultimo di stipulare, a sua volta, ulteriori contratti con soggetti anche situati in Paesi terzi ai fini del trattamento dei dati in oggetto, sia tale da garantire in misura sufficiente i diritti degli interessati. Tuttavia, a tale scopo il Gruppo raccomanda alla Commissione di introdurre una serie di condizioni relative alla stipula di tali contratti "multi-livello", fra cui la necessità per il titolare-esportatore di valutare attentamente se tale opzione "multi-livello" sia necessaria alla luce della tipologia dei trattamenti, e di prevedere un unico "sportello" al quale gli interessati possano rivolgersi in caso di problemi legati al trattamento dei loro dati personali. Inoltre, il documento sottolinea che adeguate garanzie derivano anche dall´obbligo per l´importatore-responsabile di fornire all´esportatore-titolare copia di ogni contratto stipulato con ulteriori sub-responsabili del trattamento, cui deve accompagnarsi l´obbligo per l´esportatore di tenere aggiornato e disponibile un elenco di tutti i sub-responsabili in oggetto.
Il parere richiama l´attenzione sulla necessità di evitare che le aziende europee siano svantaggiate in questo contesto di flussi globali, in particolare facendo riferimento nei "considerando" della nuova decisione all´opportunità di introdurre un sistema analogo che consenta il trasferimento di dati personali da responsabili situati in UE/SEE a sub-responsabili situati in Paesi terzi (situazione attualmente non contemplata negli strumenti contrattuali giudicati "adeguati" dalla Commissione).

 

English version  Opinion 3/2009 on the Draft Commission Decision on standard contractual clauses for the transfer of personal data to processors established in third countries, under Directive 95/46/EC (data controller to data processor) - 5 March 2009  Opinion 3/2009 on the Draft Commission Decision on standard contractual clauses for the transfer of personal data to processors established in third countries, under Directive 95/46/EC (data controller to data processor) - 5 March 2009  (40 Kb)