Diritti interna

Doveri interna

ricerca avanzata

Infermiera con tbc, troppi dettagli sui media. Il Garante apre un'istruttoria

SCHEDA
Garante per la protezione dei dati personali
Doc-Web:
1832410
Data:
24/08/11
Argomenti:
Giornalismo , Operatori sanitari , Ospedali , Dati sanitari su Internet
Tipologia:
Comunicato stampa

Infermiera con tbc, troppi dettagli sui media. Il Garante apre un´istruttoria

Il Garante Privacy ha aperto un´istruttoria in seguito alla pubblicazione di notizie da parte di agenzie di stampa e quotidiani - anche on line - che, nel riferire di un caso di una infermiera in servizio presso il reparto di neonatologia del Policlinico Gemelli, risultata positiva ai test sulla tubercolosi, hanno riportato il nome della donna, l´iniziale del cognome e l´età.

Il diritto-dovere dei giornalisti di informare sugli sviluppi della vicenda, di sicura rilevanza per l´opinione pubblica, considerato l´elevato numero di neonati e di famiglie coinvolte, deve essere comunque bilanciato, secondo i principi stabiliti dal Codice deontologico con il rispetto delle persone.

Il Garante ricorda che, anche quando questi dettagli fossero stati forniti in una sede pubblica, i mezzi di informazione sono tenuti a valutare con scrupolo l´interesse pubblico delle singole informazioni diffuse.

I media evitino dunque di riportare informazioni non essenziali che possano ledere la riservatezza delle persone e nello stesso tempo possano indurre ulteriori stati di allarme e di preoccupazione in coloro che si sono avvalsi dei servizi sanitari dell´ospedale o sono altrimenti entrati in contatto con la persona.

Roma, 24 agosto 2011