Diritti interna

Doveri interna

ricerca avanzata

Parere sul nuovo schema di provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate per l’accesso alla dichiarazione precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati - 7 aprile 2016 [4916838]

SCHEDA
Garante per la protezione dei dati personali
Doc-Web:
4916838
Data:
07/04/16
Argomenti:
Fisco , Dichiarazioni dei redditi , Agenzia delle Entrate
Tipologia:
Parere del Garante

[doc. web n. 4916838]

Parere sul nuovo schema di provvedimento del Direttore dell´Agenzia delle entrate per l´accesso alla dichiarazione precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati - 7 aprile 2016

Registro dei provvedimenti
n. 157 del 7 aprile 2016

IL GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

IN data odierna, in presenza del dott. Antonello Soro, presidente, della dott.ssa Augusta Iannini, vicepresidente, della dott.ssa Giovanna Bianchi Clerici e della prof.ssa Licia Califano, componenti, e del dott. Giuseppe Busia, segretario generale;

VISTO il decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, Codice in materia di protezione dei dati personali (di seguito Codice);

VISTO l´articolo 1, comma 3, del decreto legislativo 21 novembre 2014, n. 175, ai sensi del quale, in particolare, "con provvedimento del Direttore dell´Agenzia delle entrate, sentita l´Autorità Garante per la protezione dei dati personali, sono individuate le modalità tecniche per consentire al contribuente o agli altri soggetti autorizzati di accedere alla dichiarazione precompilata resa disponibile in via telematica dall´Agenzia delle entrate";

VISTO il provvedimento del Direttore dell´Agenzia delle entrate del 23 febbraio 2015 avente per oggetto l´"Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati", sul quale l´Autorità ha espresso il proprio parere (provvedimento del 19 febbraio 2015 – doc. web n. 3741076), con cui l´Agenzia, per il primo anno in via sperimentale, ha definito la platea dei contribuenti destinatari della dichiarazione precompilata e ha stabilito le modalità tecniche per consentire al contribuente e agli altri soggetti autorizzati di accedere alla dichiarazione precompilata;

VISTA la nota dell´Agenzia delle entrate del 16 marzo 2016 (prot. n. 40365.16-03-2016) con la quale è stato sottoposto al parere del Garante un nuovo schema di provvedimento del Direttore dell´Agenzia, recante il medesimo oggetto che definisce i nuovi criteri per individuare i soggetti destinatari del 730 precompilato e amplia il contenuto informativo della dichiarazione precompilata;
VISTA la nota dell´Agenzia delle entrate del 22 marzo 2016 con la quale è stata trasmessa una versione aggiornata del predetto schema di provvedimento che, su indicazione del Garante, prevede espressamente, per l´accesso diretto da parte del contribuente attraverso le credenziali Fisconline rilasciate dall´Agenzia delle entrate, l´inserimento dell´apposito PIN dispositivo;

RILEVATO che, nel confermare le modalità tecniche per consentire al contribuente e agli altri soggetti autorizzati di accedere alla dichiarazione precompilata individuate nel provvedimento del 2015, l´Agenzia ha previsto, inoltre, che:

- l´accesso diretto da parte del contribuente possa avvenire anche con identità SPID di cui all´articolo 64 del Codice dell´Amministrazione Digitale, con le credenziali dispositive rilasciate dalla Guardia di Finanza o dal sistema informativo di gestione e amministrazione del personale della Pubblica Amministrazione (NoiPA), gestito dal Ministero dell´Economia e delle Finanze;

- in presenza dei requisiti previsti dalla normativa di settore, i coniugi possano congiungere le proprie dichiarazioni dei redditi attraverso un´apposita procedura nell´area autenticata del sito internet dell´Agenzia delle entrate;

RILEVATO che lo schema di provvedimento in esame tiene conto altresì di specifici approfondimenti svolti nel corso di incontri di lavoro con i rappresentanti dell´Agenzia delle entrate, anche a seguito di alcuni autonomi accertamenti effettuati dall´Autorità, sulla base dei quali l´Agenzia ha previsto, in particolare, che, per quanto riguarda gli accessi dei sostituti d´imposta, dei Caf e dei professionisti abilitati:

- con riferimento alle richieste massive inviate tramite file, i dati relativi alle dichiarazioni precompilate resi disponibili per il download nell´area autenticata del sito dei servizi telematici saranno cancellati entro dieci giorni lavorativi dalla data di fornitura;

- con riferimento alle richieste via web, sarà fornito ai responsabili dei Caf un apposito report con le informazioni sugli accessi on line alle dichiarazioni precompilate eseguiti dai propri dipendenti con finalità di monitoraggio interno, per consentire le necessarie verifiche su tali trattamenti;

RILEVATO, inoltre, che, come dichiarato nella richiesta di parere, l´Agenzia, al fine di ampliare i servizi offerti al contribuente e valorizzare il proprio patrimonio informativo, a partire dall´anno 2016, intende mettere a disposizione dei cittadini che presentano il modello Unico Persone fisiche le stesse informazioni utilizzate per la predisposizione del modello 730 precompilato con i medesimi criteri, semplificando così gli adempimenti. Ciò, attraverso un apposito menu di instradamento nell´ambito dell´applicazione dedicata alla dichiarazione precompilata, che consentirà all´Agenzia di indirizzare il contribuente verso la compilazione del modello 730 o del modello Unico;

CONSIDERATO, infine, che è in corso la verifica da parte dell´Autorità, anche attraverso appositi accertamenti ispettivi, delle misure e degli accorgimenti individuati nello schema di provvedimento in esame per valutare l´introduzione di ulteriori cautele, da prescrivere anche ai sostituti di imposta, ai Caf e ai professionisti abilitati, volte a rafforzare il livello complessivo di garanzie da assicurare nell´accesso alle dichiarazioni precompilate da parte di tali soggetti;

VISTA la documentazione in atti;

VISTE le osservazioni dell´Ufficio formulate dal segretario generale ai sensi dell´art. 15 del regolamento del Garante n. 1/2000;

RELATORE il dott. Antonello Soro;

TUTTO CIO´ PREMESSO IL GARANTE

ai sensi dell´art. 154, comma 1, lett. g), del Codice e dell´art. 1, comma 3, del decreto legislativo 21 novembre 2014, n. 175, esprime parere favorevole sul nuovo schema di provvedimento del Direttore dell´Agenzia delle entrate per l´accesso alla dichiarazione precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati.

Roma, 7 aprile 2016

IL PRESIDENTE
Soro

IL RELATORE
Soro

IL SEGRETARIO GENERALE
Busia