Salta al contenuto

DIRITTI E PREVENZIONE > COME TUTELARE LA TUA PRIVACY

ricerca avanzata

Attacco hacker a Uber: Dichiarazione di Antonello Soro, Presidente dell’Autorità Garante per la privacy

SCHEDA
Garante per la protezione dei dati personali
Doc-Web:
7187968
Data:
22/11/17
Tipologia:
Comunicato stampa

VEDI ANCHE: Caso Uber. I Garanti europei indagano sulla violazione di dati personali - 7 dicembre 2017

 

 

 

Attacco hacker a Uber: Dichiarazione di Antonello Soro, Presidente dell'Autorità Garante per la privacy

"Non possiamo che esprimere forte preoccupazione per la violazione subita da Uber, tardivamente denunciata dalla società americana. Abbiamo aperto un'istruttoria e stiamo raccogliendo tutti gli elementi utili per valutare la portata del data breach e le azioni da intraprendere a tutela degli eventuali cittadini italiani coinvolti.

Quello che certo colpisce,  in una multinazionale digitale come Uber, è l'evidente insufficienza di  adeguate misure di sicurezza a protezione dei dati e quello che sconcerta è la scarsa trasparenza nei confronti degli utenti sulla quale indagheremo".

Roma, 22 novembre 2017

 

 

Uber: Statement by Antonello Soro, President of the Italian Data Protection Authority, on the Hacking Attack

"We cannot but voice our strong concern for the breach suffered by Uber, which was reported belatedly by the US company. We initiated our inquiries and are gathering all the information that can help us assess the scope of the data breach and take the appropriate steps to protect any Italian citizen involved.

It is clearly surprising that a digital multinational like Uber has patently insufficient and inadequate security measures in place to protect data; indeed, we are dismayed by the poor transparency shown towards users, which we intend to investigate."

Rome, 22 November 2017