Diritti interna

Doveri interna

ricerca avanzata

Diritto di accesso - Richiesta di accesso e rettifica dei dati - 19 aprile 1999 [41774]

[doc. web n. 41774]

Diritto di accesso - Richiesta di accesso e rettifica dei dati  - 19 aprile 1999

 

IL GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI


NELLA riunione odierna, con la partecipazione del prof. Giuseppe Santaniello, che presiede la riunione, del prof. Ugo De Siervo e dell´ing. Claudio Manganelli, componenti e del dott. Giovanni Buttarelli, segretario generale;

VISTO il ricorso pervenuto in data ... e regolarizzato il successivo ...,

presentato dall´interessato nei confronti del titolare del trattamento e relativo alla richiesta di accesso ai dati personali (comprensiva della richiesta di conoscere le finalità del trattamento e di cancellare i dati trattati in violazione di legge, nonché di ottenere l´attestazione che detta cancellazione è stata portata a conoscenza di coloro ai quali tali dati sono stati comunicati o diffusi), formulata dal ricorrente ai sensi dell´art. 13 della legge n. 675/1996, (unitamente ad altre richieste non riferite alla legge n. 675);

VISTI gli ulteriori atti d´ufficio e, in particolare, la nota n. ... del ..., con la quale questa Autorità ha invitato il titolare del trattamento, ai sensi dell´art. 20, comma 1, del d.P.R. n. 501/1998, ad aderire spontaneamente alle richieste del ricorrente e ad informare con immediatezza il Garante in ordine alle determinazioni adottate;

VISTA la nota di risposta datata 8 aprile 1999 e pervenuta via fax in pari data, con la quale il titolare del trattamento, ha precisato di trattare dati dell´interessato concernenti "fascicolo personale, dati anagrafici giuridico/amministrativi e contabili, informazioni sanitarie e turni del personale", sottolineando di non aver commissionato alcun esame calligrafico nei riguardi del ricorrente (il quale, nel ricorso, ha chiesto il rilascio di una "copia originale" dell´esame medesimo, invocando, quindi, l´applicazione di disposizioni normative diverse dalla legge n. 675);

RILEVATO che il tittolare del trattamento ha chiesto un differimento del termine per l´adesione spontanea, ai fini di "una più puntuale acquisizione di notizie";

VISTA la nota in data ... con la quale questa Autorità ha prescritto di comunicare all´interessato i dati personali allo stesso riferiti (anziché la loro tipologia) entro il nuovo termine del ...;

VISTO il telefax inoltrato dall´interessato il ... con il quale lo stesso ha chiesto "di porre a carico della controparte, se soccombente, in misura forfettaria, l´ammontare delle spese e dei diritti inerenti al ricorso& e di omettere, in caso di pubblicazione del provvedimento di accoglimento o di rigetto", le relative generalità;

VISTA la nota pervenuta via fax il ... con la quale il titolare del trattamento ha inviato un ulteriore elenco definito "dati personali relativi all´interessato", comprendente un elenco di categorie di dati e di documenti relativi al rapporto tra il medesimo e l´interessato;

VISTA la successiva nota, pervenuta via fax il ..., con la quale il titolare del trattamento ha precisato, fra l´altro, che:

in assenza di un archivio automatizzato stava approntando copia della documentazione già individuata, come tipologie, nella precedente nota del ...;

"quanto prima" tale documentazione sarebbe stata trasmessa a questa Autorità ed all´interessato;

i dati dell´interessato "sono stati sempre utilizzati secondo le finalità e modalità fissate dal CCNL e relative norme di applicazione"; che tali dati sono stati inoltre utilizzati esclusivamente all´interno della società titolare del trattamento, "fatta eccezione per quelli che per norma di legge sono stati comunicati ad altri enti interessati";

confermava la disponibilità "alla eventuale richiesta di visione della documentazione relativa all´interessato, secondo le modalità previste dalla legge e fissate da questa società";

VISTA la nota datata 16 aprile 1999 e inviata via fax in pari data da parte di Ferrovie dello Stato S.p.A., con la quale è stata inviata la documentazione attinente al complesso dei rapporti intercorsi fra l´interessato ed il titolare del trattamento, documentazione comprendente l´insieme dei dati personali del ricorrente medesimo riferiti, fra l´altro, a sviluppo di carriera, rilevazione delle presenze, domande di ferie, turni di servizio, copia ruoli paga, abilitazioni conseguite, certificati di malattia ecc.;

RITENUTO che tali informazioni (per quanto pervenute in ritardo rispetto al termine stabilito da questa Autorità) soddisfino le richieste a suo tempo avanzate dal ricorrente ai sensi dell´art. 13 della legge n. 675, volte a conoscere i propri dati personali nonché le finalità del loro trattamento;

CONSIDERATO che dall´esame dei dati e dei documenti trasmessi non sono emersi profili che, allo stato, facciano ritenere che il trattamento dei dati dell´interessato sia avvenuto e avvenga in violazione di legge, così da giustificare una richiesta di cancellazione, in tutto o in parte, dei dati stessi;

PRESO ATTO della disponibilità, manifestata del titolare del trattamento con la medesima nota del ..., a far visionare all´interessato tutta la documentazione dallo stesso richiesta, nei limiti stabiliti dalle norme sul diritto di accesso;

RITENUTO congruo determinare l´ammontare delle spese e dei diritti inerenti al ricorso nella misura forfettaria di lire 150.000, considerati gli adempimenti connessi, in particolare, alla presentazione del ricorso e ritenuto giustificato porli a carico della soccombente in ragione della sua adesione non tempestiva;

VISTI gli articoli 13 e 29 della legge 31 dicembre 1996, n. 675 e gli articoli 18, 19 e 20 del d.P.R. 31 marzo 1998, n. 501;

VISTE le osservazioni in atti formulate dall´Ufficio ai sensi dell´art. 7, comma 2, lett. a), del d.P.R. n. 501/1998, con nota a firma del Segretario generale;

RELATORE il prof. Ugo De Siervo;

TUTTO CIÒ PREMESSO, IL GARANTE:

a) dichiara, ai sensi dell´art. 20, comma 1, del d.P.R. n. 501/1998, il non luogo a provvedere sul ricorso;

b) determina ai sensi dell´art. 20, comma 9, del d.P.R. n. 501/1998 nella misura forfettaria di lire 150.000, di cui lire 50.000 per diritti, l´ammontare delle spese e dei diritti inerenti al ricorso che pone a carico del titolare del trattamento.

Roma, 19 aprile 1999

IL PRESIDENTE
Santaniello

IL RELATORE
De Siervo

IL SEGRETARIO GENERALE
Buttarelli