Diritti interna

Doveri interna

ricerca avanzata

Pubblicazione di fotografie riprese all'interno di dimora privata - 8 maggio 2007 [1409488]

[doc. web n. 1409488]
[vedi anche doc. web nn. 14006551620926 e 1623306]

Pubblicazione di fotografie riprese all´interno di dimora privata - 8 maggio 2007

IL GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

NELLA riunione odierna, in presenza del prof. Francesco Pizzetti, presidente, del dott. Giuseppe Chiaravalloti, vicepresidente, del dott. Mauro Paissan, del dott. Giuseppe Fortunato, componenti e del dott. Giovanni Buttarelli, segretario generale;

VISTO il provvedimento del 21 aprile 2007  con il quale il Garante ha disposto nei riguardi di Rcs Periodici S.p.A. e Azphotos s.a.s., quali titolari del trattamento, la misura temporanea del blocco dell´ulteriore trattamento, con conseguente preclusione, allo stato degli atti, della diffusione di ulteriori immagini raccolte con il servizio fotografico relativo all´on. Silvio Berlusconi e ad alcune ragazze sue ospiti, ripresi all´interno del parco di "Villa Certosa" in Sardegna di pertinenza dell´on. Berlusconi;

RILEVATO che in tale provvedimento, disposto nelle more della definizione in contraddittorio del procedimento e ferme restando eventuali determinazioni dell´autorità giudiziaria, il Garante ha previsto per il 2 maggio scorso l´acquisizione di ulteriori elementi in contraddittorio fra le parti, riservandosi entro la data odierna una nuova valutazione in ordine al blocco;

RILEVATO che, completata l´acquisizione dei preliminari elementi istruttori, dagli atti acquisiti è emersa conferma delle circostanze constatate nel menzionato provvedimento del 21 aprile 2007  e, in particolare, che:

a) il parco nel quale si trovavano le persone fotografate, seppure di ampie dimensioni, è, per legge, un´appartenenza di un luogo di privata dimora ("Villa Certosa", locata ad uso abitativo);

b) è stata utilizzata in modo non corretto una tecnica invasiva (teleobiettivo), come confermato anche dall´intervista resa nella trasmissione televisiva "Markette", trasmessa da "La 7" il 19 aprile scorso e acquisita in atti, durante la quale il fotografo Antonello Zappadu ha dichiarato di aver operato "…con potentissimi teleobiettivi,….con obiettivi molto, molto potenti, …con obiettivi così potenti…";

c) contrariamente ad alcune deduzioni (di Rcs Periodici S.p.A. e di Azphotos s.a.s.) e ricostruzioni fotografiche (di Azphotos s.a.s.), è poco significativa la circoscritta controversia relativa al punto esatto dal quale lo Zappadu ha scattato le fotografie, avendo lo stesso dichiarato, durante l´audizione in contraddittorio delle parti del 2 maggio 2007, di "aver ritratto da un unico punto poco distante, nella parte più alta del costone" rispetto alla postazione (all´interno della proprietà) dalla quale, secondo la segnalazione, le foto stesse sarebbero state scattate (cfr. fotografia allegato 2 della produzione dell´avv. Niccolò Ghedini; v. anche la collegata documentazione prodotta);

d) le deduzioni difensive circa l´asserita mancanza di segnalazioni continue della proprietà privata in talune parti non meglio individuate del confine non rilevano ai fini dell´obiettiva sussistenza del trattamento illecito legato alla tutela del domicilio, illiceità che (come evidenziato nel predetto provvedimento) si è concretizzata a prescindere dalla circostanza che il fotografo, in ipotesi, non si sia introdotto all´insaputa degli interessati nell´appartenenza del luogo di privata dimora (art. 615-bis, primo e secondo comma, c.p.);

RILEVATO pertanto che, allo stato degli atti, risulta comprovata la non liceità e correttezza del trattamento di dati personali relativi alle immagini raccolte e pubblicate;

RILEVATO che il direttore di "Oggi" si è dichiarato disponibile durante la predetta audizione a non pubblicare in futuro le foto e a non cederle a terzi, e che Rcs periodici S.p.A., dopo l´iniziale riserva formulata nella stessa audizione, ha comunicato a questa Autorità di aver "confermato a controparte la propria disponibilità a non trattare ulteriormente alcuna delle fotografie realizzate nel servizio del Signor Zappadu";

RILEVATO che tali specifiche dichiarazioni di disponibilità, anche in relazione ai contatti infruttuosi sinora intercorsi tra le parti ai fini di una definizione bonaria del contenzioso, non si sono tuttavia ancora concretizzate in un formale impegno reso al Garante, dal quale possa escludersi del tutto un´eventuale altra utilizzazione delle immagini;

RILEVATO che allo stato non ricorrono i presupposti per procedere, anche in relazione alla richiesta di Rcs Periodici S.p.A. e di Azphotos s.a.s., ad una nuova valutazione del provvedimento di blocco, che resta quindi efficace;

RILEVATO che sono pervenute da ultimo nuove deduzioni, anche in data 7 maggio 2007, e ritenuto pertanto di dover riservare l´adozione di altro provvedimento sulla base del relativo esame, dando atto che il Garante terrà conto anche di eventuali comunicazioni delle parti, specie nel caso in cui si concretizzi il predetto impegno;

VISTA la documentazione in atti;

VISTE le osservazioni formulate dal segretario generale ai sensi dell´art. 15 del regolamento del Garante n. 1/2000;

RELATORE il dott. Giuseppe Fortunato;

TUTTO CIÒ PREMESSO, IL GARANTE

riserva l´adozione di altro provvedimento all´esito del completamento dell´esame della documentazione in atti e delle eventuali, ulteriori comunicazioni delle parti, dando atto che non ricorrono, allo stato, i presupposti per una nuova valutazione del provvedimento di blocco del 21 aprile 2007, che resta pertanto efficace.

Roma, 8 maggio 2007

IL PRESIDENTE
Pizzetti

IL RELATORE
Fortunato

IL SEGRETARIO GENERALE
Buttarelli