Diritti interna

Diritti - Come tutelare i tuoi dati

Doveri interna

Doveri - Come trattare correttamente i dati

Search Form Portlet

ricerca avanzata

g-docweb-display Portlet

Lavoro privato: comunicazione di dati idonei a rivelare le condizioni di salute del dipendente - 2 aprile 2009 [1605667]

[doc. web n. 1605667]

Lavoro privato: comunicazione di dati idonei a rivelare le condizioni di salute del dipendente - 2 aprile 2009

IL GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

NELLA RIUNIONE ODIERNA, in presenza del prof. Francesco Pizzetti, presidente, del dott. Mauro Paissan e del dott. Giuseppe Fortunato, componenti, e del dott. Filippo Patroni Griffi, segretario generale;

VISTO il d.lg. 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali);

VISTA la segnalazione con la quale XY ha lamentato l´illecita comunicazione da parte di GieMme Stile s.p.a., suo pregresso datore di lavoro, di documentazione contenente dati personali a sé riferiti (in particolare, relativi alle proprie condizioni di salute) a Julia Utensili s.r.l., società presso la quale la segnalante aveva già prestato la propria opera e nei confronti della quale pende un giudizio relativo al rapporto di lavoro cessato (cfr. segnalazione 8 maggio 2007);

CONSIDERATO che la documentazione trasmessa da GieMme Stile s.p.a. a Julia Utensili s.r.l., già agli atti del giudizio di lavoro pendente nei confronti di GieMme Stile s.p.a. (consistente nella richiesta di tentativo di conciliazione e nel ricorso promosso dalla segnalante ai sensi dell´art. 414 c.p.c.), è stata successivamente depositata anche nel distinto procedimento pendente tra l´interessata e Julia Utensili s.r.l. per iniziativa di quest´ultima;

VISTA la nota di risposta del 10 aprile 2008, con la quale GieMme Stile s.p.a., a seguito di una richiesta di informazioni dell´Autorità, ha dichiarato, ai sensi e per gli effetti dell´art. 168 del Codice, di essere stata contattata da Julia Utensili s.r.l. la quale ha rappresentato "di essere a conoscenza dell´esistenza di un contenzioso, avviato avanti il Tribunale di Bassano Sezione Lavoro, avente contenuti di interesse specifico in altro contenzioso, a quel momento in essere, tra Julia Utensili e la sig.ra XY" ed ha prospettato "la necessità di informativa in merito a detto contenzioso a fini difensivi […], precisando che tale richiesta era stata anche formalizzata in giudizio con istanza di esibizione di tutto il fascicolo relativo al contenzioso pendente avanti il Tribunale di Bassano";

RILEVATO quanto altresì dichiarato da GieMme Stile s.p.a., in ordine al fatto di aver trasmesso la menzionata documentazione "ritenendo di non operare in contrasto con alcuna norma di legge" e di non essere gravata da obblighi di riservatezza al riguardo, attesa la natura degli atti trasmessi a Julia Utensili s.r.l.;

VISTE le osservazioni del 15 dicembre 2008 con le quali la segnalante ha ribadito le proprie richieste volte ad appurare l´illiceità della comunicazione;

RILEVATO che dagli elementi acquisiti risulta che la lamentata comunicazione di dati personali mediante la trasmissione di copia del ricorso proposto dall´interessata ai sensi dell´art. 414 c.p.c. contro GieMme Stile s.p.a. contenente anche dati sensibili (riferiti alle condizioni di salute dell´interessata) è stata finalizzata alla sola difesa giudiziaria di Julia Utensili s.r.l. (art. 24, comma 1, lett. f) e 26, comma 4, lett. c) del Codice);

RILEVATO tuttavia che, con riferimento alle informazioni di natura sensibile, le stesse possono, in assenza di consenso dell´interessato, formare oggetto di comunicazione per far valere o difendere un diritto in sede giudiziaria quando detto trattamento risulti a tal fine indispensabile (cfr. art. 26, comma 4, lett. c), del Codice e punto 3 dell´autorizzazione n. 1/2008 del Garante al trattamento dei dati sensibili nei rapporti di lavoro, doc. web n. 1529374);

RITENUTO inoltre che, con particolare riferimento ai dati "idonei a rivelare lo stato di salute e la vita sessuale", il diritto che si intende far valere o difendere in giudizio deve essere di rango almeno pari a quello dell´interessato, ovvero consistere in un diritto della personalità o in un altro diritto o libertà fondamentale e inviolabile (cfr. art. 26, comma 4, lett. c), del Codice; punto 3, lett. d), della citata autorizzazione; Provv. 9 luglio 2003, doc. web n. 29832), circostanza che –anche ove ritenuta indispensabile l´avvenuta comunicazione di dati personali riferiti all´interessata ai fini della difesa in giudizio della società terza (Julia Utensili s.r.l.)– nel caso di specie non ricorre, atteso che nel giudizio sono stati fatti valere solo diritti a contenuto patrimoniale connessi alla cessazione del rapporto di lavoro (cfr. Provv. 2 febbraio 2006, doc. web n. 1229854);

RITENUTO, pertanto, che il trattamento di dati personali riferiti alla segnalante, con riguardo alla comunicazione dei menzionati dati sensibili effettuata da GieMme Stile S.p.A. a Julia Utensili s.r.l., non risulta essere stato effettuato lecitamente (artt. 11 e 26, comma 4, lett. c), del Codice);

RITENUTO pertanto di dover vietare a GieMme Stile S.p.A., ulteriori comunicazioni di dati riferiti alle condizioni di salute della segnalante a Julia Utensili s.r.l. in violazione della disciplina contenuta nel Codice (artt. 144 e 154, comma 1, lett. d), del Codice), impregiudicata ogni valutazione da parte dell´autorità giudiziaria adita in ordine alla validità, efficacia e utilizzabilità di atti e documenti nell´ambito del procedimento giudiziario pendente tra la segnalante e Julia Utensili s.r.l. (art. 160, comma 6, del Codice);

RILEVATO che, in caso di inosservanza del presente provvedimento, si renderà applicabile la sanzione di cui all´art. 170 del Codice;

VISTE le osservazioni formulate dal segretario generale ai sensi dell´art. 15 del regolamento del Garante n. 1/2000;

RELATORE il dott. Giuseppe Fortunato;

TUTTO CIÒ PREMESSO, IL GARANTE

ritenuto che il trattamento di dati personali riferiti alla segnalante, con riguardo alla comunicazione dei menzionati dati sensibili effettuata da GieMme Stile S.p.A. a Julia Utensili s.r.l., non risulta essere stato effettuato lecitamente, ai sensi degli artt. 144 e 154, comma 1, lett. d), del Codice, vieta a GieMme Stile S.p.A., in assenza di specifici presupposti di legge, ogni altra comunicazione a Julia Utensili s.r.l. di dati idonei a rivelare le condizioni di salute della segnalante, con effetto immediato dalla data di ricezione del presente provvedimento.

Roma, 2 aprile 2009

IL PRESIDENTE
Pizzetti

IL RELATORE
Fortunato

IL SEGRETARIO GENERALE
Patroni Griffi