Diritti interna

Doveri interna

ricerca avanzata

Raccolta di dati biometrici in occasione del rilascio della Carta Multiservizi della Difesa-CMD. Proroga del termine per completare l’adempimento alle prescrizioni del Garante - 25 gennaio 2018 [8081552]

SCHEDA
Garante per la protezione dei dati personali
Doc-Web:
8081552
Data:
25/01/18
Argomenti:
Biometria , Lavoro pubblico
Tipologia:
Prescrizioni del Garante

[doc. web n. 8081552]

Raccolta di dati biometrici in occasione del rilascio della Carta Multiservizi della Difesa-CMD. Proroga del termine per completare l´adempimento alle prescrizioni del Garante - 25 gennaio 2018

Registro dei provvedimenti
n. 28 del 25 gennaio 2018

IL GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

NELLA riunione odierna, in presenza del dott. Antonello Soro, presidente, della dott.ssa Giovanna Bianchi Clerici e della prof.ssa Licia Califano, componenti, e del dott. Giuseppe Busia, segretario generale;

VISTO il d.lg. 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali, di seguito il "Codice");

VISTO il provvedimento n. 249 del 24 maggio 2017, doc. web n. 6531525,  notificato il 13 giugno 2017, concernente il trattamento di dati biometrici effettuato dal Ministero della Difesa in occasione del rilascio e del rinnovo della Carta Multiservizi della Difesa, risultato in violazione, per alcuni profili, della disciplina in materia di protezione dei dati personali;

VISTE le prescrizioni impartite alla predetta Amministrazione con il menzionato provvedimento ai sensi degli artt. 143, comma 1, lett. b), e 154, comma 1, lett. c), del Codice, volte ad inibire il trattamento di dati biometrici memorizzati in violazione delle disposizioni vigenti;

VISTE le note del Ministero della Difesa del 12 luglio e del 3 agosto 2017, con la quale si è dato conto delle misure adottate per conformarsi al contenuto del provvedimento e si è comunicato il cronoprogramma relativo all´adeguamento alla normativa vigente delle carte multiservizi già rilasciate;

VISTA l´ulteriore nota del Ministero della Difesa del 4 dicembre 2017, con la quale è stato richiesto il differimento al 31 luglio 2018 del termine fissato dal Garante per dare compiuta attuazione al menzionato provvedimento;

RELATORE il dott. Antonello Soro;

PREMESSO

1. Con nota del 12 luglio 2017 il Ministero della Difesa ha rappresentato all´Autorità di aver modificato la struttura tecnologica dedicata all´emissione e gestione della Carta Multiservizi della Difesa, intervenendo, in particolare, sul software del chip inserito nella carta; l´amministrazione ha altresì rappresentato di aver avviato l´aggiornamento della direttiva che disciplina l´impiego e la gestione della menzionata carta multiservizi.

Con successiva nota del 2 agosto 2017 il Ministero della Difesa, nel confermare di aver "avviato l´aggiornamento software del chip" presente nella carta multiservizi, "che prevede anche l´inibizione della procedura per l´acquisizione del template delle impronte digitali e, nel contempo […] la cancellazione dalle tessere già emesse", ha altresì comunicato all´Autorità il cronoprogramma individuato per l´effettuazione di tale attività di adeguamento, da concludersi entro il 15 dicembre 2017.

2. Con nota del 4 dicembre 2017 il Ministero ha fornito un aggiornamento delle attività di adeguamento effettuate in base al menzionato cronoprogramma, comunicando che alla data del 30 novembre 2017 "oltre il 96% delle carte emesse", pari a 113.062, sono state sottoposte alle modifiche richieste dal provvedimento del Garante.

In relazione alle rimanenti 4.037 carte, l´amministrazione ha dato conto di difficoltà oggettive nel raggiungere il personale assegnatario. Trattasi infatti di personale in stato di quiescenza che ha modificato la propria residenza, oppure di personale ancora in servizio ma collocato presso organismi di rappresentanza all´estero o di contingenti militari a supporto di operazioni internazionali, presso sedi sfornite dei requisiti tecnici previsti per l´effettuazione delle operazioni di modifica del software.

In relazione a tali casi, pertanto, si rende necessario attendere il rientro in Italia dei dipendenti del Ministero cui sono state consegnate le carte, o per licenza oppure per il completamento del periodo di missione all´estero che, "in linea di massima", avviene ogni sei o dodici mesi. Conseguentemente è stato individuato il termine massimo del 31 luglio 2018 per poter completare, in relazione a tali casi particolari, la "rimozione dei template dal modello Ate" della Carta Multiservizi.

TANTO PREMESSO, IL GARANTE

riservata ogni verifica e valutazione in ordine all´adempimento delle prescrizioni impartite con provvedimento n. 249 del 24 maggio 2017, ai sensi dell´art. 154, comma 1, lett. c) a parziale modifica dello stesso, accolta la richiesta di proroga, fissa al 31 luglio 2018 il termine per completare le attività necessarie all´adempimento alle predette prescrizioni, dandone comunicazione al Garante ai sensi dell´articolo 157 del Codice.

Ai sensi degli artt. 152 del Codice e 10 del d.lg. n. 150/2011, avverso il presente provvedimento può essere proposta opposizione all´autorità giudiziaria ordinaria, con ricorso depositato al tribunale ordinario del luogo ove ha la residenza il titolare del trattamento dei dati, entro il termine di trenta giorni dalla data di comunicazione del provvedimento stesso, ovvero di sessanta giorni se il ricorrente risiede all´estero.

Roma, 25 gennaio 2018

IL PRESIDENTE
Soro

IL RELATORE
Soro

IL SEGRETARIO GENERALE
Busia